Gabriele “Pepito” Salini

Chi è Gabriele Salini: atleta e tecnico di triathlon, fondatore di Salini Triathlon Academy

Gabriele atleta

Salini atleta e tecnico di triathlon
Salini con il body 707 TEAM
Gabriele Salini o meglio, ”Pepito”, come lo chiamano tutti oramai nel mondo del triathlon, vede i suoi esordi nello sport come nuotatore. Si distinse fin da subito per la sua inconfondibile eleganza e leggerezza in acqua, quella leggerezza che, però, mancava nell’affrontare le competizioni. Da piccolo, infatti, si distingueva per una forte emotività che ne limitava l’enorme potenziale. Dopo eccellenti risultati nel nuoto e qualche altra esperienza sportiva (il basket, che tuttora lo appassiona…), decide di emulare il padre e si lascia tentare dal mondo del triathlon. Era il 1997, non smetterà più… Dopo una buona attività giovanile, che lo vede indossare anche la maglia azzurra, si perde nel passaggio nel mondo dei grandi, finché non decide di cambiare e allenarsi come un ”professionista”. Così arrivano le prime conferme e le prime vittorie in gare di rank nazionale. Queste soddisfazioni lo spronano a dare sempre di più, cancellano le paure alle competizioni e accendono in lui una fortissima voglia di cercare i suoi limiti. Dopo anni di gare e qualche vittoria incontra quello che definisce ”il suo vero scopritore”, Germano Raddi, tuttora suo presidente e grande amico. La chiamata arriva quando Gabriele pensava di smettere: Germano riesce a rimetterlo in pista, rimotivarlo e farlo divertire come mai aveva fatto nello sport. Dopo tre anni assieme, Germano crea dal nulla quello che oggi è davvero un ”dream team”, 707team. Il team ambizioso e i compagni di livello sempre maggiore, stimolano Gabriele ad allenarsi e migliorare ancora, fino a competere coi più forti triathleti italiani e non solo. Dopo poco, per l’esperienza sul campo e anche ”per colpa” degli anni che passano, per tutti sarà ”il capitano”! Non smetterà più di allenarsi, la sua dedizione per lo sport e la cura di tutti i particolari diventa minuziosa e totale. Ancora oggi, a trentotto anni, ”il capitano” è lì a lottare per una posizione e, a chi glielo chiede, risponde che ”non è ancora arrivato al suo massimo livello”. Non meravigliatevi se lo vedrete ancora sgomitare ai nastri di partenza a cinquant’anni…perchè i limiti, come le sue paure adesso, sono solo un’illusione…

Gabriele tecnico

Gabriele Salini inizia la sua attività lavorativa in giovane età. Dopo anni di “gavetta”, si afferma come tecnico sia per le categorie giovanili sia per atleti di altissimo livello, grazie a competenza ed empatia. Definire Gabriele “tecnico” è, effettivamente, riduttivo: la sua brillante carriera da atleta e l’enorme passione per tutto ciò che riguarda lo sport gli permettono di avere una visione a 360 gradi delle necessità di tutti gli atleti, grandi e piccini, che scelgono di far parte del suo Team. In questa ottica, risulta impossibile dividere il lato tecnico da quello umano. Il progetto di Gabriele è, da sempre, trasmettere tutti quei valori che lo rendono non solo un grande atleta, ma prima di tutto un grande uomo. Ed ecco quindi che, oltre agli insegnamenti tecnici, il gruppo dei piccoli atleti riceve ogni giorno un’educazione genuina, una vera e propria scuola di vita. Gabriele è per loro una guida, la dimostrazione che attraverso il gioco, il dialogo e la trasparenza, ogni bambino può imparare facilmente il significato profondo del rispetto. Rispetto per i compagni, per gli avversari, per l’ambiente sano in cui i ragazzi si ritrovano a collaborare per costruire quella grande famiglia che è, oggi, Salini Triathlon Academy. Gabriele, infatti, crede fermamente che i concetti di amicizia e di gruppo siano importanti tanto quanto l’apprendimento della tecnica sportiva. Il percorso formativo di ogni atleta si basa, dunque, sull’acquisizione di un bagaglio di esperienze motorie estremamente variegate, senza mai dimenticare l’importanza di divertirsi tutti insieme. Attraverso il sorriso, l’impegno costante e la perseveranza i ragazzi aggiungono, giorno dopo giorno, innumerevoli traguardi al loro processo di crescita umana, oltre che sportiva. Il ruolo di Gabriele come tecnico è quindi ricco di sfumature che lo rendono una figura di riferimento agli occhi di tutti i suoi atleti. Le sue indiscutibili competenze nella creazione di tabelle di allenamento personalizzate gli permettono di seguire numerose tipologie di atleti, dagli amatori agli élite. La sua ampia cultura sportiva gli permette di dispensare consigli validi in allenamento così come in gara, rendendo ogni esperienza piacevole e costruttiva; inoltre, l’attenzione ai dettagli e ad ogni aspetto dello stile di vita dei suoi atleti rappresenta quella marcia in più che gli consente di allenare sia bambini nelle loro fasi sensibili dell’apprendimento, sia ragazzi più grandi che continuano così a praticare sport anche da adulti. L’obiettivo di Gabriele è, infine, educare al movimento e trasmettere l’amore per lo sport: non esiste vittoria più grande di vedere crescere un gruppo di amici uniti dalla stessa passione…

Curriculum

Salini atleta e tecnico di triathlon
QUALCHE RISULTATO DI PEPITO – Gabriele Salini inizia prestissimo col nuoto ma i risultati non seguono il talento. Tante medaglie ai campionati regionali in tutti gli stili; da junior conquista l’accesso ai campionati italiani nei 200mt rana, stile che lo vede cogliere i risultati migliori. Nel 1997, un po’ stanco della sola vasca, inizia a dividersi tra la piscina durante la stagione invernale e il triathlon, seguendo papà, durante la stagione estiva. A 17 anni, la prima convocazione in nazionale giovanile fa pendere l’ago della bilancia dalla parte della triplice. Dopo una buona carriera giovanile si perde un po’ fino a che Raddi, attuale presidente 707, lo rimette letteralmente in piedi. Le prime soddisfazioni vere sono con i compagni ai campionati italiani a squadre. Ogni anno cresce e si toglie la soddisfazione di partecipare a ”European Cup” e a tutte le gare dei massimi circuiti nazionali. Di seguito qualche risultato di spicco in gare di rank nazionale, tutti rigorosamente in body 707…una bandiera, il capitano! Vittorie: 10 (tra cui Sirmione, Lerici, Portovenere, Viareggio, Lido di Camaiore). Secondi posti: 10 (tra cui Firenze, Iseo, Lerici, Viareggio, Massa). Terzi posti: 7 (tra cui Cuneo, Chioggia, Iseo, Peschiera e Candia70.3). Quarto posto nel 2018 (e molte altre top ten…) al triathlon internazionale di Bardolino. Nono al Challenge Rome nel 2017 nella distanza del 70.3 (half ironman). Sesto assoluto ai campionati italiani di 70.3 nel 2012. Top Ten ai campionati italiani assoluti di triathlon. …e lui stesso dichiara che ‘’non è ancora finita’’!

Dicono di me…

× Scrivimi subito per qualsiasi info